Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Cha{lle}nge: comportamenti sostenibili

logo_challenge.jpg

La salvaguardia dell’ambiente necessita di un cambio nelle mentalità e comportamenti di tutti. Secondo il rapporto pubblicato nel 2006 da Sir Nicholas Stern, ex capo economista della Banca Mondiale, nei prossimi anni i cambiamenti del clima influiranno sugli aspetti basilari della vita delle popolazioni di tutto il mondo, come l’accesso all'acqua, la produzione di cibo, la salute e l'ambiente. Nei fatti, la comunità scientifica mondiale è unanime al riguardo: i cambiamenti climatici rappresentano un problema globale che può essere risolto solo grazie ad una risposta internazionale fondata su una visione condivisa degli obiettivi a lungo termine.

LUISS Sostenibile vuole sfidare gli studenti e cambiare le loro abitudini adottando comportamenti sostenibili da un punto di vista ambientale, economico e sociale: da qua il nome dell’iniziativa CHA{LLE}NGE, evoluzione delle attività fin qui svolte da LUISS Sostenibile.

Il progetto CHA{LLE}NGE si declina in 4 aree di intervento: acqua, cibo, energia, carta.

Acqua

Nel mondo si fa un uso intensivo dell’acqua in bottiglia, molto spesso in maniera ingiustificata. In Europa i controlli sulle reti idriche sono tali da garantire che l’acqua dichiarata potabile sia realmente tale, al pari di quella in bottiglia.

Ciò nonostante, gli italiani risultano essere i primi  consumatori  in Europa e terzi al mondo per consumo di acqua in bottiglia. Si ritiene infatti impropriamente che l’acqua in bottiglia sia più sicura e controllata rispetto a quella degli acquedotti comunali, nonostante i severi controlli cui è sottoposta l’acqua di rubinetto e i risultati di analisi indipendenti (Altroconsumo, luglio 2012) dimostrino che così non è. Smettere di comprare l’acqua in bottiglia è economicamente conveniente, dal momento che l’acqua di rubinetto costa mediamente 200 volte meno, con un risparmio minimo di 100 € all’anno per persona. Farai inoltre bene all’ambiente, considerando che solo alla LUISS transitano annualmente 39 tonnellate di bottiglie, che vanno prodotte e trasportate, comportando l’emissione di 35 tonnellate di CO2 ogni anno.

LUISS Sostenibile si è impegnata a fare la sua parte per ridurre il consumo di plastica e incentivare l’uso dell’acqua degli acquedotti dentro e fuori la nostra Università, promuovendo l’installazione presso le sedi del nostro Ateneo di beverini e distribuendo tra gli studenti Greeny, la nostra borraccia dedicata al progetto Challenge.

Cibo

Il consumo del cibo riguarda trasversalmente tematiche ambientali, economiche e sociali.

Sono molti, anche nel nostro Paese, a trovarsi in difficoltà economiche tali da rendere difficile acquistare gli alimenti necessari al proprio sostentamento, e allo stesso tempo vi sono molte persone più fortunate che sprecano il cibo a loro disposizione. LUISS Sostenibile punta a far sì che gli studenti sviluppino la capacità di scegliere dalla mensa dell’Ateneo solo il cibo che effettivamente consumeranno, riducendo gli scarti alimentari. In questo siamo facilitati dalla recente introduzione di tre differenti menù in mensa (completo, ridotto, light). Il cibo che eventualmente dovesse risultare invenduto al termine dei pasti verrà distribuito ai più bisognosi tramite le associazioni Sant’Egidio e BeYou.

Occorre gestire anche i rifiuti che normalmente derivano dal consumo del cibo in mensa: piatti, posate, bicchieri, scarti alimentari ecc. La nostra associazione mira a garantire una mensa ad “impatto zero”, recuperando e differenziando tutti i rifiuti della mensa, avviando apposite campagne di sensibilizzazione per stimolare gli studenti a partecipare attivamente al raggiungimento di tale obiettivo.

Energia

La nostra società è fortemente “energivora”, ma gran parte delle risorse impiegate per coprire il nostro fabbisogno di energia e riscaldamento sono  tra i principali responsabili del riscaldamento del pianeta e dei cambiamenti climatici. Inoltre, il costo dell’energia è una voce di costo rilevante per qualsiasi famiglia o istituzione.

Azioni quali lo spegnere la luce una volta usciti dalla aule o dai bagni, impostare la temperatura a non oltre 20 gradi in inverno, e non inferiore di 8 gradi rispetto alla temperatura esterna in estate, verificando che le finestre siano correttamente chiuse, possono comportare notevoli benefici per l’ambiente e un significativo abbattimento dei costi (basti pensare che ridurre di un grado la temperatura in inverno comporta una riduzione del consumo energetico del 5%). Sono possibili anche altri piccoli accorgimenti, come la chiusura dei programmi e pagine web non utilizzati che consumano inutilmente memoria (e quindi energia) del computer, o l’utilizzo di GoNero, un motore di ricerca basato sui risultati di Google ma molto più “eco-friendly”, dal momento che utilizza uno sfondo nero poco esoso in termini energetici rispetto al tradizionale sfondo bianco.

LUISS Sostenibile svolgerà campagne di sensibilizzazione affinché queste buone abitudini e soluzioni per il risparmio energetico diventino prassi comune dentro e fuori la nostra Università.

Carta

La posta elettronica e i nuovi mezzi di comunicazione e archiviazione possono permettere di evitare la stampa di molti documenti; quando non si può fare a meno di una copia cartacea, bisogna stare attenti ad evitare inutili sprechi.

Tutte le stampanti della LUISS sono predisposte per la stampa fronte-retro, che garantisce il dimezzamento della carta utilizzata. Per molti materiali didattici inoltre - come le slides fornite dai docenti – è spesso possibile stampare anche più pagine per singolo foglio senza nessuna perdita nella leggibilità rispetto alla stampa in foglio singolo.

LUISS Sostenibile avvierà una campagna volta a sensibilizzare la popolazione studentesca all’uso corretto delle stampanti. Si cercherà inoltre di dematerializzare quanto più possibile la documentazione amministrativa e didattica.