Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Limiti della Governance Economica Europea

Limiti della Governance Economica Europea

13 luglio 2016

Il quarto incontro sarà introdotto dal Prof. Marcello Messori, Professore di Economia al Dipartimento di Scienze Politiche e Direttore della LUISS School of European Political Economy

La crisi internazionale del 2007-2009 e la successiva crisi dell’Euro-area (2009-2013) hanno indotto radicali cambiamenti nella governance economica europea. L’Unione Economica e Monetaria (Economic and Monetary Union – EMU) ha così rafforzato forme di coordinamento accentrato pur se basate su una tensione fra condivisione e riduzione dei rischi.

Nel corso del 2015, si è passati a forme di coordinamento decentrato volte a responsabilizzare i singoli Paesi al rispetto delle regole europee e ad affidare le sanzioni agli automatismi istituzionali e alla disciplina del mercato. Una tale scelta rischia di compromettere la tenuta dell’euro e di imporre vincoli ingestibili per i Paesi più fragili. 

All’incontro hanno preso parte l’Ambasciatore d’Italia in Belgio Vincenzo Grassi, Daniel Gros (Direttore del Centro per European Policy Studies, Bruxelles), Lucio Pench (Direttore per la Politica di Bilancio e Policy Mix presso la Direzione Generale degli Affari Economici e Finanziari della Commissione Europea), Benedicta Marzinotto (Fellow at Large presso Bruegel) e Luigi Disanto (Responsabile del Coordinamento del Settore Economico e Finanziario alla Rappresentanza Permanente dell’Italia presso l’Unione Europea).

Partecipanti all'incontro del 13 luglio 2016

Resoconto