Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

L'ordinamento italiano e le relazioni con l'Unione Europea

L'ordinamento italiano e le relazioni con l'Unione Europea

12 Ottobre 2016

Il quinto incontro sarà introdotto dal Prof. Enzo Moavero Milanesi,  Professore di Diritto dell'Unione Europea e Direttore della LUISS School of Law.

Nel dicembre 2012, il Parlamento italiano ha adottato una nuova disciplina delle relazioni fra l'Italia e l'Unione: la legge n. 234/2012. In particolare, si sono stabiliti migliori meccanismi di coordinamento in seno al Governo e il Parlamento è stato dotato di incisivi poteri per il controllo dei membri del Governo quando partecipano a riunioni (anche non legislative) in sede di Consiglio e di Consiglio europeo. In tal modo, il Parlamento può essere coinvolto, maggiormente e a uno stadio precoce, nelle discussioni per l'approvazione delle normative UE (la c.d. 'fase ascendente'). Inoltre, è stato interamente ristrutturato il veicolo legislativo ed esecutivo italiano per il recepimento delle direttive e l'applicazione dei regolamenti e degli altri atti UE, inclusi i giudicati della Corte di giustizia. Nella legge n. 234 ci sono anche specifiche disposizioni che riguardano l'osservanza dei precetti UE sugli aiuti statali alle imprese. Queste regole offrono all'Italia l'opportunità di essere più dialetticamente incisiva e puntualmente adempiente a livello UE e hanno già consentito una riduzione strutturale dell'ingente numero di procedure pendenti per infrazioni al diritto UE. 

All’incontro prenderanno parte l’Ambasciatore d’Italia in Belgio Vincenzo GrassiValentina Superti (Direttrice Risorse presso la Direzione Generale del Mercato interno, dell'industria, dell'imprenditoria e delle PMI), Vittoria Alliata Di Villafranca (Direttrice per il Rafforzamento delle capacità amministrative e attuazione di programmi II presso la Direzione Generale della Politica regionale e urbana), Giovanni Pugliese (Rappresentante Permanente Aggiunto d'Italia presso l'Unione Europea, Coordinamento Coreper I), Stefano Grassi (Institutional Adviser presso il Gabinetto del Presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker), Paolo Stancanelli (Consigliere Giuridico Principale presso il Servizio Giuridico della Commissione Europea), Vittorio Di Bucci (Consigliere Giuridico Principale presso il Servizio Giuridico della Commissione Europea).

Partecipanti all'incontro del 12 ottobre 2016

Resoconto