Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Indagine sui laureati

L'indagine sull’inserimento professionale dei laureati, importante strumento di valutazione per la LUISS, è giunta alla sua undicesima edizione. Si è andato consolidando negli anni, all'interno dell'Ateneo, il monitoraggio costante dell'esito occupazionale e professionale dei laureati, seguendone l'evoluzione nel tempo.

Gli obiettivi dell'edizione:

  • conoscere il "destino" professionale dei laureati LUISS;
  • "misurare" l'efficacia della preparazione LUISS sul mercato del lavoro;
  • conoscere il grado di utilizzo della preparazione universitaria nel lavoro;
  • conoscere i tempi e le modalità attraverso le quali i laureati approdano al mondo del lavoro;
  • "misurare" il loro livello di soddisfazione del lavoro.

Il target di riferimento e il questionario

Il target di riferimento dell'indagine 2016 è rappresentato dai laureati magistrali LUISS che hanno conseguito il titolo nel 2010, nel 2012 e nel 2014, intervistati rispettivamente a cinque, tre ed un anno dal conseguimento della laurea.

Si è scelto di non intervistare i laureati triennali in quanto oltre il 90% di loro, dopo la laurea, prosegue gli studi (alla LUISS o altrove).

Si è scelto di riferirsi all'intera popolazione di riferimento, senza campionamento, dei laureati alla LUISS Guido Carli negli ultimi tre anni utili.

Su 4.272 laureati (1.547 del 2010, 1.323 del 2012, 1.402 del 2014) sono stati intervistati 3.008 laureati, cioè il 70,4% del totale (58,9% nel 2010, 71,8% nel 2012 e 81,8% nel 2014); il restante 30% è risultato irraggiungibile.

A questi 3.008 laureati LUISS è stato sottoposto un questionario volto a rilevare: l’eventuale percorso di studi effettuato dopo la laurea, l’attuale situazione lavorativa, le modalità di ricerca del lavoro, i giudizi sulla soddisfazione del lavoro e sulla rispondenza con gli studi, le esperienze lavorative e alcune notizie sulla famiglia di origine.

Il questionario somministrato agli intervistati riprende per la maggior parte delle domande quello proposto dall'Istat; ma è stato adattato alle esigenze conoscitive della LUISS. Pertanto sono presenti alcune domande del questionario utilizzato nelle precedenti edizioni mentre alcune domande del questionario Istat non sono state inserite poiché ritenute lontane dalla realtà dei laureati LUISS. Inoltre le domande chiave sono teoricamente confrontabili anche con quelle della indagine Almalaurea.

Il questionario si compone di 6 sezioni:

  • Sezione 1: Notizie generali e curriculum
  • Sezione 2: Il lavoro
  • Sezione 3: Ricerca di lavoro
  • Sezione 4: Notizie anagrafiche
  • Sezione 5: Notizie sulla famiglia di origine
  • Sezione 6: Per concludere...

Il questionario dispone di due percorsi differenti a seconda che l'intervistato attualmente svolga una attività lavorativa oppure no.

Per quanto riguarda la modalità di somministrazione dei questionari, si è puntato, come per le precedenti edizioni, sull'utilizzo dell'indagine telefonica.

Alcuni risultati

  • Il 42% ha potuto permettersi di rifiutare offerte di lavoro ritenute non all'altezza.
  • Il tempo medio di attesa tra il momento della laurea e il primo lavoro è di circa 5 mesi.
  • La modalità principale attraverso cui hanno trovato lavoro è l’invio del curriculum (26%), seguita da canali personali/familiari (18%) e da canali universitari (16%).
  • Come in passato, ad un anno dalla laurea, l'81% dei laureati LUISS è soddisfatto dell’attuale lavoro.
  • La laurea è considerata necessaria per il tipo di attività svolta dal 90% dei laureati intervistati (media dei tre anni).
  • La formazione universitaria viene effettivamente utilizzata sul lavoro (81% - media dei tre anni).
  • Il 84% (78% nell’indagine 2015) si iscriverebbe nuovamente alla LUISS.
  • Tra i punti di forza della LUISS i nostri laureati hanno indicato la qualità della docenza (44%), il contatto diretto con il docente (29%) e l’organizzazione (28%).

Indagine Laureati LUISS