Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Istituzioni di diritto romano - Canale A

Programma

DocenteAntonio Masi
Codice Corso197
Settore scientifico disciplinare (SSD)IUS/18
Anno di corso1
SemestreI Semestre
CanaleA
Lingua dell'insegnamentoItaliano
Numero totale di crediti14
Carico di lavoro globale298
Ore didattica frontale88
Contenuti del corsoIl diritto romano e le sue fonti. Il diritto delle persone. Il processo civile. I diritti reali. Le obbligazioni. Le successioni. Gli atti giuridici.
Testi di riferimentoAntonio Masi, Lezioni di istituzioni di diritto romano, CEDAM, 2012.
Obiettivi formativiIl corso è finalizzato allo studio del diritto privato romano dalle origini alla Compilazione di Giustiniano.
Prerequisitinessuno
Metodi didatticididattica frontale
esercitazioni
Modalità di verifica dell'apprendimentoprova scritta
Criteri per l'assegnazione dell'elaborato finaleAdeguata conoscenza della materia.
Programma esteso e materiale didattico di riferimento
Settimana 1Le istituzioni di diritto romano. Le istituzioni di Gaio e le istituzioni giustinianee. Nozione di diritto e giuridicità delle norme.
Introduzione del Manuale (vol. 1) (v. “testi di riferimento”)
Le fonti del diritto nelle istituzioni di Gaio.
Cap. I del Manuale (vol. 1)
La giurisprudenza classica. I codici. La compilazione di Giustiniano.
Cap. III del Manuale (vol. 1)
Il diritto privato romano. La sistematica di Gaio. Il diritto delle persone. La capacità giuridica e la capacità di agire.
Cap. II.A del Manuale (vol. 1)
La schiavitù e la condizione dello schiavo.
Cap. II.B del Manuale (vol. 1)
Settimana 2I presupposti della capacità giuridica. La famiglia iure proprio.
Cap. IV.1 del Manuale (vol. 1)
La capacità giuridica e la capacità di agire nelle istituzioni di Gaio.
Cap. IV.A del Manuale (vol. 1)
La situazione del filius familias: dalla originaria incapacità al riconoscimento della capacità giuridica.
Cap. IV.B del Manuale (vol. 1)
Gli status e la capitis deminutio.
Cap. IV.C del Manuale (vol. 1)
La famiglia communi iure.
Settimana 3Capacità giuridica e capacità di agire. Tutele e curatele.
Cap. XXIII.1 del Manuale (vol. 3)
Il processo civile. Le legis actiones. La legis actio sacramento in rem.
Cap. XXIV.A-C del Manuale (vol. 3)
Dalla legis actio sacramento alla in iure cessio e alla manumissio vindicta.
Cap. XXIV.D-E del Manuale (vol. 3)
La mancipatio e le persone in causa mancipii.
Cap. XXIV.E.21 del Manuale (vol. 3)
L’emancipazione e l’adozione. L’adrogatio.
Cap. XXV.A del Manuale (vol. 3)
Settimana 4La conventio in manum ed il matrimonio.
Cap. XXV.A del Manuale (vol. 3)
Le persone giuridiche. Le persone giuridiche di tipo associativo nella riflessione della giurisprudenza.
Cap. XXV.B del Manuale (vol. 3)
La problematica delle fondazioni.
Cap. XXVI del Manuale (vol. 3)
Il processo civile. La legis actio sacramento in personam. Le ulteriori legis actiones di cognizione.
Cap. XXVII del Manuale (vol. 3)
Le legis actiones di esecuzione: la manus iniectio e la pignoris capio.
Settimana 5Dalle legis actiones al processo formulare. La formula. Le parti delle formule: l’intentio e la condemnatio.
Cap. V.1-3 del Manuale (vol. 1)
Le parti delle formule: l’adiudicatio e la demonstratio.
Cap. V.4-5 del Manuale (vol. 1)
Le formule pretorie e le eccezioni. Le origini della cognitio extra ordinem.
Cap. V.6-8 del Manuale (vol. 1)
Diritti reali e diritti di credito nella concezione romana.
Cap. VI del Manuale (vol. 1)
Le cose
Cap. VII del Manuale (vol. 1)
Settimana 6La proprietà.
Cap. VIII.B del Manuale (vol. 1)
La superficie.
Cap. VIII.BCdel Manuale (vol. 1)
Il possesso e la detenzione.
Cap. VIII.A del Manuale (vol. 1)
Gli interdetti possessori.
Cap. VIII.A del Manuale (vol. 1)
L’usucapione e la longi temporis praescriptio.
Cap. IX del Manuale (vol. 1)
Settimana 7La proprietà pretoria.
La proprietà provinciale.
Cap. II.A del Manuale (vol. 2)
L’usufrutto, l’uso e l’abitazione.
Cap. II.A.14 del Manuale (vol. 2)
Le servitù prediali.
Cap. II.A.4 del Manuale (vol. 2)
L’enfiteusi.
Cap. II.B del Manuale (vol. 2)
Settimana 8L’obligatio e le sue fonti.
Cap. I.2 del Manuale (vol. 2)
I contratti. I patti.
I contratti reali: il mutuo, il deposito e il comodato.
Cap. II.1 del Manuale (vol. 2)
I contratti verbali: la stipulazione. I contratti letterali.
Cap. II.A-B del Manuale (vol. 2)
I contratti consensuali: la compravendita.
Cap. II.C del Manuale (vol. 2)
Settimana 9I contratti innominati.
Cap. II.A-B del Manuale (vol. 2)
I contratti consensuali: la locazione-conduzione. Il mandato.
Cap. II.E del Manuale (vol. 2)
I contratti consensuali: la società. Il consortium ercto non cito ed il condominio.
Cap. II.D del Manuale (vol. 2)
I delitti: il furto e la rapina.
Cap. II del Manuale (vol. 2)
I delitti: il damnum iniuria datum.
Cap. II del Manuale (vol. 2)
Settimana 10I delitti: l’iniuria. I quasi delitti.
Le successioni: successione legittima e testamentaria e bonorum possessio.
Cap. III del Manuale (vol. 2)
Il testamento.
Cap. III del Manuale (vol. 2)
L’istituzione di erede. L’istituzione di erede ex re certa.
Cap. II.3 e III.7 del Manuale (vol. 2)
I legati.
Settimana 11L’acquisto del legato. Il prelegato. Il fedecommesso.
Cap. XIII.4 e 8 del Manuale (vol. 3)
Gli atti giuridici nella riflessione della giurisprudenza romana. Il termine e la condizione.
Cap. XIII.5 del Manuale (vol. 3)
Il modo.
Cap. XIII.6 del Manuale (vol. 3)
Inefficacia e invalidità degli atti giuridici.
Cap. XIII.7 del Manuale (vol. 3)
I vizi della volontà e la nozione di annullabilità.
Cap. XIII.14 del Manuale (vol. 3)