Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Istituzioni di diritto romano - Canale B

Programma

DocenteLorenzo Fascione
Codice Corso197
Settore scientifico disciplinare (SSD)IUS/18
Anno di corso1
SemestreI Semestre
CanaleB
Lingua dell'insegnamentoItaliano
Numero totale di crediti14
Carico di lavoro globale298
Ore didattica frontale88
Contenuti del corsoIl corso di “Istituzioni di diritto romano” introduce alla comprensione del modo in cui l’attività giurisprudenziale individua i concetti e gli istituti giuridici, e quindi li elabora. Ciò significa: analisi del concetto di norma e dello strumento che la pone. L’esame del dato normativo e giurisprudenziale, analizzato in senso storico e diacronico, è sempre raccordato al più ampio contesto economico, sociale, politico e culturale, al fine di coglierne pienamente finalità e concreta attuazione. La materia viene considerata attraverso la ragionata individuazione di una periodizzazione che consenta la trattazione per momenti e fasi significative ed omogenee. Questa analisi, in linea di massima, genera una tripartizione (periodo arcaico, periodo dell’espansione mediterranea, periodo tardoantico e giustinianeo).
Testi di riferimentoL. FASCIONE, Storia del diritto privato romano, 3ª ed., Giappichelli, Torino 2012.
Obiettivi formativiIl corso ha per obiettivo l'apprendimento degli elementi fondamentali del diritto, in particolare del diritto privato, partendo dalla conoscenza del diritto privato e del processo civile romano, accompagnata dalla considerazione ad essa finalizzata del sistema romano delle fonti del diritto. Particolare attenzione viene prestata ai modi di operare della giurisprudenza romana ed ai procedimenti tecnici - in specie argomentativi - da essa seguiti.
PrerequisitiBuona conoscenza della storia generale, della geografia, e della filosofia. Sperabile la conoscenza del latino e del greco. Non sono richieste propedeuticità.
Metodi didatticiAll’interno di ogni periodo storico individuabile, la trattazione viene così svolta: riflessione sui caratteri generali del diritto nel periodo studiato; analisi della formazione delle partizioni del diritto; esposizione delle situazioni giuridiche soggettive e della loro tutela. In particolare: persone e famiglia; beni, possesso, proprietà e altri diritti reali; successione ereditaria; obbligazioni; processo. Questa struttura espositiva è concepita in modo elastico, al fine di consentire la possibilità di seguire gli sviluppi di ciascuna specifica fenomenologia giuridica e poterne quindi percepire mutamenti e costanti. Il corso di lezioni sarà integrato da esercitazioni svolte da Docenti specialisti di singoli temi.
Modalità di verifica dell'apprendimentoNell’auspicata frequenza di tutte le lezioni, gli Studenti saranno invitati a svolgere prove scritte di autovalutazione sugli argomenti più rilevanti incontrati durante le lezioni frontali.
La verifica finale del livello di apprendimento conseguito, con assegnazione del voto di profitto e dei relativi CFU, sarà effettuata per mezzo di una prova scritta, consistente nella trattazione di 3 temi, da svolgere a testo libero, in un format di non più e non meno di 25 righe (obbligatorie) a domanda.
Criteri per l'assegnazione dell'elaborato finaleGli Studenti che desiderano laurearsi nella disciplina discuteranno direttamente col Docente l’argomento della tesi e le modalità di svolgimento delle relative ricerche. E’ necessaria la conoscenza della lingua latina; possibilmente di quella greca antica. E’ auspicabile una media di profitto di almeno 27/30 e la conoscenza di almeno due lingue straniere europee.
Programma esteso e materiale didattico di riferimento
Settimana 1La creazione. Pensare il diritto. Periodizzare il diritto. I contenuti del diritto.
I perché. Perché il diritto come storia. Perché società e diritto.
Le fonti. Le fonti del diritto. Le fonti sulle condizioni delle origini.
Il libro e l’apprendimento. Oggetto del corso, struttura del libro, contenuti del libro. Oggetto dei corsi, struttura dei libri, contenuti dei libri.

I concetti fondamentali –
Fatto, atto e negozio giuridico.
Capacità giuridica e capacità d’agire.
Tipi di diritti: reali ed obbligatori. Affermazione e certificazione del diritto: il processo.
Le obbligazioni in generale.
Fonti del diritto: età monarchica, repubblicana, imperiale.
Lo ius civile; lo ius honorarium; lo ius gentium.

L’impianto del diritto in età arcaica -
Le persone e la famiglia.
Ordine delle materie nel diritto romano e nei Codici civili degli Stati moderni.
Le persone.
La famiglia.
Settimana 2I beni e le successioni.
I beni.
Le successioni.

Le obbligazioni.
Le obbligazioni e le garanzie.
Il comportamento illecito.
Le ipotesi di prestito.

Il processo arcaico.
Le azioni: il processo arcaico.
Le legis actiones.
Settimana 3Il diritto nell’età dell’espansione mediterranea -
L’evoluzione dello ius civile: i mezzi di tutela, il pretore giusdicente, l’editto e le formule.
L’evoluzione del sistema delle legis actiones.
Crisi delle legis actiones.
I soggetti processuali e le formule.
Le parti della formula.
Come classificare le azioni.
La procedura davanti al magistrato.
La litis contestatio ed i suoi effetti.
La procedura davanti al giudice.
L’esecuzione della sentenza.
Altri poteri del magistrato esercitati a fini di giustizia.
Al di là delle legis actiones e delle formule.
Il giudizio d’appello.
Settimana 4Le persone e la famiglia.
Le persone fisiche e le loro attività.
Lo status dei servi e il modo per liberarli.
La famiglia, i figli e le adozioni.
Le evoluzioni all’interno della patria potestas.
Il matrimonio e i suoi regimi.
La dote e i suoi regimi.
La tutela e la curatela.
Il concetto di persona e il suo sviluppo.
Settimana 5I beni, la proprietà e gli altri diritti reali.
I beni.
Il possesso.
La proprietà.
I modi di acquisto.
I diritti reali.
Settimana 6Le successioni e le donazioni.
L’hereditas e la successio.
La bonorum possessio.
Il testamento.
La successione secondo la legge.
Impugnazione del testamento.
L’acquisto dell'eredità.
I legati.
I fedecommessi.
Le donazioni.
Settimana 7Le obbligazioni.
Le fonti delle obbligazioni.
Le obbligazioni da contratto.
Considerazioni di sintesi sul concetto di contratto.
I patti.
Obbligazioni da atto lecito non contrattuale.
Le obbligazioni da delitto.
Gli illeciti repressi dall’editto.
Altre vicende del rapporto obbligatorio.
L’estinzione delle obbligazioni.
Settimana 8Il diritto nell’impero classico e nel tardoantico -
I mutamenti costituzionali.
Il principe davanti alla costituzione repubblicana.
Senato, comizi e magistrature nel nuovo assetto del potere.
Il principato dai Giulio-Claudi ai Severi.
La burocrazia imperiale ed i consilia.
Il territorio in Italia e in provincia.
I costi dell’apparato.
Popolo e corona alla frontiera costituzionale.
Nuovi strumenti di giustizia criminale.
I nuovi assetti politici: nuova la società, nuovo il diritto.
L’impero dai Severi a Diocleziano.
La crisi del III secolo d.C.
Diocleziano e le sue riforme.
Costantino e le sue riforme.
Amministrazione e gerarchie.
Il declino dell’occidente.
L’impero da Costantino a Giustiniano.
Settimana 9Dalla Città all’impero -
Ius civile, ius honorarium e giurisprudenza.
L’attività della giurisprudenza.
Il nuovo sistema delle fonti.
Sistema politico e ordinamento giuridico.
Le fonti nel diritto imperiale.
Le costituzioni imperiali e le compilazioni private.
Il Codice Teodosiano.
La giurisprudenza dell’età tardoantica.
Le leggi cosiddette romano-barbariche.
La compilazione giustinianea.
Settimana 10Dal diritto giustinianeo al diritto moderno.
Le persone e la famiglia.
Liberi e servi.
I coloni ed i vincolati al proprio stato.
Cittadini e stranieri.
La posizione nella famiglia.
Il matrimonio e il divorzio.
I soggetti diversi dalle persone fisiche.

Beni, proprietà ed altri diritti reali.
Il possesso e la proprietà.
L’usucapio e la longi temporis praescriptio.
L’enfiteusi e la superficie nel sistema giustinianeo.

Le successioni e le donazioni.
La successione secondo il testamento.
Legati e fedecommessi.
La successione legittima.
La donazione e la donatio mortis causa.
Settimana 11Le obbligazioni.
Le obbligazioni in generale.
Figure particolari di obbligazione.
Le fonti delle obbligazioni.
I contratti e i quasi contratti.
I delitti e i quasi delitti.

Processo formulare, cognitiones e cognitio
Dalle formule alla cognitio.
L’organizzazione della cognitio.
La capacità processuale delle parti.
Aspetti della procedura e della sentenza.
Il giudizio d’appello e l’esecuzione.
I nuovi procedimenti.
La giustizia criminale.