Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Diritto pubblico dell'economia

Programma

DocenteMarino Perassi / Mario Stella Richter
Codice Corso390
Settore scientifico disciplinare (SSD)IUS/05
Anno di corso5
SemestreI Semestre
Lingua dell'insegnamentoItaliano
Numero totale di crediti6
Carico di lavoro globale126
Ore didattica frontale36
Contenuti del corsoIl corso è dedicato ad approfondire alcuni aspetti relativi alle discipline speciali delle imprese che operano in mercati i quali, a ragione della loro rilevanza o del bisogno di tutela degli interessi coinvolti, richiedono un significativo e specifico intervento regolamentare e di vigilanza da parte dei pubblici poteri.
Saranno analizzati i nuovi assetti della vigilanza bancaria europea.
In particolare, si tratterà:
- del mercato finanziario e delle attività finanziarie;
- del mercato e dell’attività bancaria;
- della vigilanza sull’attività bancaria, nell’ambito della c.d. Unione Bancaria.
Testi di riferimentoOltre alle letture di volta in volta indicate a lezione relative ai temi approfonditi nei singoli moduli, si raccomanda per un quadro generale lo studio di:
- F. Annunziata, La disciplina del mercato mobiliare, Torino, Giappichelli, 2014 (VII ed. o eventualmente successiva edizione), limitatamente alle pagg. 1-232, 315-375 e 446-460 (corrispondenti ai capitoli I, II, III, IV, V, VI, VII, VIII, IX, X, XV, XVI, XVIII);
- C. Brescia Morra, Il diritto delle banche, Bologna, Il Mulino, 2016 (II ed.);
- Dispensa: La gestione delle crisi bancarie nell’area dell’Euro (disponibile nella homepage del corso);
- M. Perassi, voce Banca centrale europea, in Enciclopedia del diritto, Annali IV, Milano, Giuffrè,2011.
Obiettivi formativiIntroduzione alle principali tecniche di intervento dei pubblici poteri nella regolamentazione e vigilanza delle attività economiche, con specifico riguardo a quelle bancarie e finanziarie e particolare attenzione all’Unione Bancaria.
PrerequisitiNessuno
Metodi didatticiLezioni frontali
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame orale
Criteri per l'assegnazione dell'elaborato finaleAssegnazione previo colloquio con uno dei docenti
Programma esteso e materiale didattico di riferimento
Settimana 1Introduzione del corso. Oggetto e metodi.
Vicende storiche dell’intervento dei pubblici poteri nell’economia.
Gli strumenti dell’intervento dei pubblici poteri nell’economia. La costituzione economica. Le autorità amministrative indipendenti.
Impresa pubblica: fattispecie e disciplina. Le società così dette "in house".
Settimana 2Collettivizzazioni e nazionalizzazioni. Privatizzazioni.
I poteri speciali dello Stato nelle società per azioni.
Il mercato finanziario (in senso stretto o mobiliare). Le componenti del mercato finanziario: emittenti, intermediari, gestori dei mercati.
Settimana 3Le fonti. Sollecitazione all’investimento (e al disinvestimento). Strumenti finanziari.
Le offerte pubbliche di acquisto: obbligo, esenzioni e conseguenze dell’inadempimento dell’obbligo.
Le offerte pubbliche di acquisto: poteri e doveri degli amministratori.
Settimana 4Gli emittenti: lo statuto speciale della società quotata.
Gli emittenti: incentivi e costi alla quotazione. Gli emittenti: Ammissione alla quotazione e delisting.
Gli emittenti: la governance delle società quotate. L’assemblea. Gli investitori istituzionali come azionisti.
Settimana 5Gli emittenti: la composizione dell’organo amministrativo.
Gli emittenti: i controlli.
Gli intermediari: i servizi e le imprese di investimento.
Settimana 6(segue) Gli intermediari: i servizi e le imprese di investimento
Gli intermediari: disciplina e autodisciplina delle SGR.
Gli intermediari: lo svolgimento dei servizi di investimento e della gestione collettiva del risparmio.
Settimana 7Moneta ed attività bancaria. L’Euro, la BCE e l’Eurosistema.
Attività bancaria e finanza pubblica. Il quadro Europeo.
Il nuovo sistema di Vigilanza Europeo. I tre pilastri dell’Unione Bancaria.
Settimana 8Il nuovo sistema di Vigilanza Europeo. I tre pilastri dell’Unione Bancaria (segue).
L’impresa bancaria e l’attività bancaria fra controlli pubblici e regime privatistico. La funzione di vigilanza: finalità e limiti
La governance dell’impresa bancaria.
Trasparenza, correttezza ed eterotutela nel rapporto banca-cliente.
Settimana 9La crisi dell’impresa bancaria. Il principio costituzionale di tutela del risparmio.
Il nuovo sistema europeo di gestione delle crisi bancarie.
Il nuovo sistema europeo di gestione delle crisi bancarie (segue)
Settimana 10Le sanzioni nel settore bancario e finanziario. Principi dell’Unione Europea e diritto interno.
Le sanzioni nel settore bancario e finanziario. Principi dell’Unione Europea e diritto interno (segue).
Le sanzioni nel settore bancario e finanziario. Principi dell’Unione Europea e diritto interno (segue).
Settimana 11I requisiti degli esponenti delle imprese bancarie e finanziarie .
I requisiti degli esponenti delle imprese bancarie e finanziarie (segue)..
I requisiti degli esponenti delle imprese bancarie e finanziarie (segue).
Settimana 12Lo «statuto» della società quotata:
strumenti di incentivazione degli investimenti di lungo periodo (azioni di risparmio, maggiorazione statutaria del dividendo e maggiorazione del voto).
Seminario: i nuovi strumenti di intervento della BCE.
Dalle «Operazioni definitive monetarie» al «Quantitative Easing»
[N.B. i seminari potranno aver luogo in una delle settimane precedenti]