Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Diritto dell'unione europea - Canale B

Programma

DocenteEnzo Moavero Milanesi
Codice Corso696
Settore scientifico disciplinare (SSD)IUS/14
Anno di corso2
SemestreII Semestre
CanaleB
Lingua dell'insegnamentoItaliano
Numero totale di crediti9
Carico di lavoro globale195
Ore didattica frontale60
Contenuti del corsoIl corso è dedicato allo studio del diritto UE. Avrà ad oggetto la struttura costituzionale e istituzionale dell’UE, nonché i temi centrali e le sfide poste dallo sviluppo del processo di integrazione europea. Il corso tratterà anche il riparto di competenze fra le istituzioni UE e fra UE e Stati membri, la creazione dell’Eurozona e la risposta dell’UE alla crisi economica e finanziaria in corso.
Testi di riferimentoGli studenti sono tenuti a studiare i temi, le norme e la giurisprudenza che sono esaminati durante il Corso. Essi possono anche avvalersi di un manuale (non necessariamente in lingua italiana) di diritto UE a loro scelta che sia aggiornato alle modifiche introdotte dal Trattato di Lisbona (ad es. L. DANIELE, Diritto dell’Unione europea. Sistema istituzionale - Ordinamento - Tutela giurisdizionale – Competenze, Giuffré, Milano, ultima edizione).
Obiettivi formativiIl Corso è diretto ad indurre gli studenti non solo a comprendere, ma anche a valutare in modo critico gli obiettivi, gli strumenti normativi e gli sviluppi del diritto dell’Unione Europea (UE). Esso includerà discussioni sulle sfide attuali dell’UE e la sua traiettoria futura. Saranno analizzate le principali fonti normative e la giurisprudenza rilevante.
PrerequisitiFrequenza delle lezioni e superamento degli esami propedeutici.
Metodi didatticiDidattica frontale, discussione orale, analisi della giurisprudenza, esercitazione scritta
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame orale
Criteri per l'assegnazione dell'elaborato finaleValgono i seguenti criteri: - superamento soddisfacente dell’esame di diritto UE, - interesse all’approfondimento critico della disciplina, - attitudine alla ricerca bibliografica e giurisprudenziale, - conoscenze linguistiche.
Programma esteso e materiale didattico di riferimento
Settimana 1Introduzione al Corso (obiettivi e argomenti), esercitazioni ed esame
Origini del processo di integrazione europea (Dichiarazione Schumann)
Cronologia del processo di integrazione europea
Settimana 2Valori fondamentali dell’Unione europea (UE)
Principi fondamentali dell’UE
Settimana 3Esercitazione su sentenza Van Gend
Esercitazione su sentenza Costa c. ENEL
Quadro istituzionale dell’UE e ricognizione degli atti giuridici
Settimana 4Esercitazione sulle fonti di cognizione
Il Parlamento europeo
Settimana 5Il Consiglio europeo
Il Consiglio
Settimana 6La Commissione europea
Settimana 7La Corte di Giustizia dell’UE
La Corte dei Conti
Settimana 8La Banca Centrale Europea (BCE)
La Banca Europea degli Investimenti (BEI)
Settimana 9Fonti del diritto UE
Atti tipici e atipici
Gerarchia delle fonti
Settimana 10Procedure di revisione dei Trattati
Procedura di adesione di nuovi Stati nell’UE
Procedure legislative/Processo decisionale nell'ambito della Politica estera e di sicurezza commune (PESC)
Settimana 11Giurisdizione non contenziosa della Corte di Giustizia
Giurisdizione contenziosa della Corte di Giustizia
Settimana 12Procedura di conclusione degli accordi internazionali
Competenza consultiva della Corte di Giustizia
L'‘Integrazione differenziata’