Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Diritto penale comparato

Programma

DocenteCristiano Cupelli
Codice CorsoSC9
Settore scientifico disciplinare (SSD)IUS/17
Anno di corso5
SemestreII Semestre
Lingua dell'insegnamentoItaliano
Numero totale di crediti6
Carico di lavoro globale150
Ore didattica frontale60
Contenuti del corsoINTRODUZIONE
1. Introduzione alla comparazione nel diritto penale;
2. Fondamenti storici e sviluppi recenti;
3. Metodo, finalità e destinatari della comparazione penale.

PARTE I
1. Analisi comparata dei principali sistemi penali europei di civil law: Francia, Germania, Spagna;
2. Rassegna delle soluzioni sposate con riferimento ai principi generali del sistema; in particolare il principio di legalità, gli elementi costitutivi del reato, le forme di manifestazione e il sistema sanzionatorio;
3. Analisi sintetica dei principali reati previsti nel codice penale di Francia, Germania e Spagna. In particolare: Corruzione; Riciclaggio; Reati societari e tributari; Abusi di mercato; Reati transnazionali e fattispecie associative; Responsabilità degli enti; i reati in materia agroalimentare.

PARTE II
1. Comparazione tra i principali sistemi penali di Civil law e di Common law, con particolare riguardo agli ordinamenti che hanno conosciuto recenti vicende di codificazione e ricodificazione penale;
2. Focus: Civil law, common law e principio di legalità: dinamica delle fonti e tentativi di codificazione nel mondo di common law; la genesi delle fattispecie penale; contrapposizione sistematica o culturale?
3. Incursione sui principali istituti di parte generale del diritto penale inglese (struttura oggettiva e soggettiva del reato, forme di manifestazione del reato, imputabilità, sistema sanzionatorio);
4. Le principali tendenze di riforma in atto nei sistemi penali dell'Europa continentale e di Common law;
5. I tentativi di ricodificazione in Italia.

PARTE III
1. La prospettiva di armonizzazione ed integrazione. Verso un diritto penale europeo?
2. La difficile costruzione di un sistema penale europeo: spazi e limiti di una potestà penale dell’UE.
3. Il c.d. deficit democratico e la materia penale.
4. Il procedimento legislativo europeo.
5. I controlimiti.
6. Gli input di tutela sovranazionale e la mediazione interna. La legge di delegazione europea.
7. Il diritto penale e la giurisprudenza sovranazionale.
8. La Corte di Giustizia. In particolare: Il caso Taricco.
9. Il diritto penale e la CEDU. La Corte EDU. Obblighi di tutela penale di matrice convenzionale? Il caso della tortura.
Testi di riferimentoF. PALAZZO – M. PAPA, Lezioni di Diritto penale comparato, Giappichelli, 2013;

A. Cadoppi, Tra storia e comparazione. Studi di diritto penale comparato. Cedam 2014
Obiettivi formativiAnalisi critica, nella prospettiva del diritto penale, delle principali problematiche connesse alla comparazione tra ordinamenti di civil law e di common law. Particolare attenzione sarà dedicata alle caratteristiche dei distinti sistemi, alle tendenze di riforma e alle prospettive di armonizzazione e alla giurisprudenza della Corte di Giustizia e della Corte Europea.
PrerequisitiNessuno
Metodi didattici- didattica frontale
- esercitazioni individuali
- analisi di casi
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva orale.
Criteri per l'assegnazione dell'elaborato finaleSuperamento dell'esame di Diritto penale 1 e Diritto penale 2 con votazione non inferiore a 26. Numero degli esami da sostenere non superiore a 5.
Programma esteso e materiale didattico di riferimento
Settimana 11. Introduzione alla comparazione nel diritto penale;
2. Fondamenti storici e sviluppi recenti;
3. Metodo, finalità e destinatari della comparazione penale.
Settimana 21. Analisi comparata dei principali sistemi penali europei di civil law: Francia, Germania, Spagna;
2. Rassegna delle soluzioni sposate con riferimento ai principi generali del sistema;
3. Il principio di legalità, gli elementi costitutivi del reato, le forme di manifestazione e il sistema sanzionatorio;
Settimana 31. Analisi sintetica dei principali reati previsti nel codice penale di Francia, Germania e Spagna;
2. In particolare: Corruzione; Riciclaggio; Reati societari e tributari; Abusi di mercato;
3. Reati transnazionali e fattispecie associative; tutela penale del settore agroalimentare; la responsabilità degli enti.
Settimana 41. Comparazione tra i principali sistemi penali di Civil law e di Common law.
2. Gli ordinamenti che hanno conosciuto recenti vicende di codificazione
3. (segue.) e di ricodificazione penale;
Settimana 51. Civil law, common law e principio di legalità;
2. Dinamica delle fonti e tentativi di codificazione nel mondo di common law;
3. La genesi delle fattispecie penale; contrapposizione sistematica o culturale?
Settimana 61. I principali istituti di parte generale del diritto penale inglese;
2. struttura oggettiva e soggettiva del reato, forme di manifestazione del reato;
3. imputabilità, sistema sanzionatorio.
Settimana 71. Le tendenze di riforma in atto nei sistemi penali dell'Europa continentale
2. Le tendenze di riforma in atto nei sistemi penali di common law;
2. I tentativi di ricodificazione in Italia.
Settimana 81. La prospettiva di armonizzazione ed integrazione. Verso un diritto penale europeo?
2. La difficile costruzione di un sistema penale europeo: spazi e limiti di una potestà penale dell’UE.
3. Il c.d. deficit democratico e la materia penale. Il procedimento legislativo europeo. I controlimiti.
Settimana 91. Gli input di tutela sovranazionale
2. La mediazione interna.
3. La legge di delegazione europea.
Settimana 101. Il diritto penale e la giurisprudenza sovranazionale.
2. La Corte di Giustizia.
2.1. In particolare: Il caso Taricco
Settimana 111. Il diritto penale e la CEDU.
2. La Corte EDU.
3. Obblighi di tutela penale di matrice convenzionale? Il caso della tortura.
Settimana 121. Cenni sul diritto penale internazionale.
2. I crimini di diritto penale internazionale
3. I relativi meccanismi accertativi.