Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Il MUN di New York visto da una studentessa

Maria Elena Sandalli racconta l'emozione di simulare una riunione dell'ONU nel Palazzo di Vetro di New York con altri 5000 studenti da tutto il mondo

Maria Elena Sandalli

Atterrare a New York, varcare la soglia del Palazzo di Vetro, sede centrale delle Nazioni Unite e lavorare con oltre 5.000 studenti provenienti da tutto il mondo. Tutto questo è il National Model United Nations a cui quest’anno hanno partecipato decine di studenti LUISS, premiati dall’Associazione Consules.

Tra loro anche Maria Elena Sandalli, iscritta al corso di laurea triennale in Scienze Politiche: “Sono sempre stata affascinata dal mondo delle organizzazioni internazionali, per questo ho deciso di iscrivermi al NMUN”. I nove giorni passati a New York sono stati “un’ottima opportunità per mettere a frutto tante nozioni imparate in LUISS, confrontarsi con realtà internazionali e scoprire altri metodi di studio”. Tutti gli studenti italiani partecipanti si sono conosciuti a Roma poco prima della partenza per studiare insieme e fare una prima simulazione dei lavori nelle Nazioni Unite interamente in lingua inglese. Con i tanti studenti stranieri presenti a New York poi “si è creato un legame bellissimo”.

United Nations

Negli Stati Uniti i ragazzi hanno portato avanti una serie di negoziazioni e simulazioni dei lavori dell’ONU. Gli studenti LUISS rappresentavano le delegazioni di Stati Uniti d’America e Haiti: “Un’esperienza molto professionale, a 360 gradi – dice Maria Elena – che ti forma sia a livello accademico che a livello personale”.

Per Maria Elena, che ha vissuto in molti Paesi del mondo, era la prima volta nella Grande Mela: “Pur avendo vissuto all’estero, non ho mai visto nulla del genere!”. Anche per questo il NMUN “è un’esperienza che consiglio a tutti gli studenti”. Ora che sta preparando la sua tesi triennale con il Professor Lorenzo De Sio, Maria Elena non ha dubbi sul suo futuro: “Resterò in LUISS anche per frequentare la magistrale e poi mi piacerebbe, chissà, partecipare ancora a una simulazione di Consules, magari questa volta in ambito europeo”.