Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Quando uno stage in Enel decide il futuro

Cecilia D'Angelo, laureata LUISS in Economia e Finanza, racconta come è iniziata la sua carriera in Enel, dove ora ricopre il ruolo di Junior Risk Analyst

Enel

Un unico contratto di stage e, subito dopo, un contratto a tempo indeterminato. È successo a Cecilia D'Angelo, laureata LUISS in Economia e Finanza nel novembre 2013. "Il mio desiderio di frequentare la LUISS – ci racconta Cecilia – è nato già al liceo. L'ho sempre ritenuta una tra le migliori università italiane e internazionali per gli studi economici e finanziari, e in grado di garantire allo studente una formazione di altissimo livello".

Durante i cinque anni in LUISS, Cecilia ha avuto la possibilità di frequentare due semestri all'estero: prima alla Utrecht University in Olanda; poi a Vancouver con il Bilateral Exchange Program che le ha permesso di studiare alla University of British Columbia: "Un'esperienza fondamentale in termini di arricchimento sia accademico che personale. Ho avuto l'occasione di confrontarmi con uno degli ambienti universitari più effervescenti e stimolanti della West Coast, trovandomi a contatto con studenti e docenti provenienti da tutte le parti del mondo con background e esperienze totalmente diverse. Una fonte di crescita senza eguali".

Cecilia D'AngeloA novembre dello scorso anno Cecilia si è laureata con il Professor Emilio Barone come relatore, con una tesi sui derivati finanziari. Si è candidata come stagista nella struttura di Enterprise Risk Management di Holding di Enel SpA e ha superato le tante fasi di selezione: un primo screening dei curricula online, un test di logica numerica e di conoscenza della lingua inglese, colloqui psicologico-motivazionali e, infine, un colloquio tecnico con i responsabili dell’unità funzionale in cui tutt’ora lavora.

A pochi mesi dalla sua laurea magistrale, Cecilia è diventata Junior Risk Analyst, e si occupa di fornire al Top Management del gruppo una visione omnicomprensiva dei rischi rilevanti, sulla base di analisi qualitative e quantitative: "Sognavo di lavorare all'interno del mondo della finanza o del Risk management in un contesto competitivo che, lavorando sodo, mi desse l’opportunità di imparare, di crescere e di maturare quelle competenze apprese in ambito accademico, proseguendo la scia di risultati iniziata dal giorno in cui ho intrapreso la mia carriera universitaria alla LUISS".

Sono tanti i suoi ex colleghi entrati in Enel e, nel team di Cecilia, composto da cinque persone, c’è anche un altro laureato LUISS: "La formazione maturata grazie alla LUISS è stata fondamentale nella ricerca di un lavoro, mi ha concesso la possibilità di trascorrere complessivamente un anno all’estero ed è un’università che offre agli studenti tutte le opportunità per crescere e ricevere una delle migliori formazioni accademiche".

Se c'è una cosa che la LUISS ha dato a Cecilia in più è "la possibilità di emergere. Ho avuto la prova concreta che la meritocrazia esiste in questo Paese. Nell'Italia di oggi, con un tasso di disoccupazione giovanile alto, ritengo che questo sia un messaggio tangibile di speranza. Occorrono impegno, dedizione e sacrificio ma il valore e la competenza trovano sempre il modo di esser riconosciuti. Questo è il messaggio di fondo che la mia esperienza in LUISS mi ha regalato".