Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Les Bohémiens: moda made in LUISS

Il luxury brand creato dai due studenti LUISS Francesco De Falco e Pasquale Vittorio D'Avino vince il Premio Italia Giovane

"Il nostro brand intende veicolare un messaggio di cambiamento, fondato sull'estro, la libertà e l'amore per l'arte". Francesco De Falco e Pasquale Vittorio D'Avino sono due giovani e ambiziosi studenti LUISS di Giurisprudenza con una passione innata per l'imprenditoria e la moda. Grazie al luxury brand Les Bohémiens, il 21 ottobre hanno ottenuto il Premio Italia Giovane dell'Associazione Giovani per Roma, evento patrocinato dal Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro.

Les Bohemiens

L'idea di diventare i bohémiens italiani del lusso è nata guardandosi attorno, cogliendo il rapporto che lega l'Italia all'arte e alla moda: "La fashion industry è uno dei pochi settori in cui l'Italia continua a eccellere, grazie al legame viscerale che il nostro paese ha con l'arte". La spinta successiva arriva dagli interessi per le culture contemporanee e dall'avversione per gli stereotipi: "La passione per il clubbing, per la musica, per il cinema: queste sono solo alcune delle idee da cui nasce Les Bohémiens".

Prima che cominciasse la loro avventura nella moda, quando avevano appena iniziato l'Università, Francesco e Pasquale coltivavano già ambizioni importanti: "Allora come ora – dice Francesco - avevo più di un sogno, anche se mi sono sempre considerato un sognatore atipico, un sognatore con i piedi per terra". Pasquale invece, ha scelto Giurisprudenza perché è sempre stato affascinato dalla figura dell'avvocato d’affari. "Poi, da quando ho iniziato a seguire mio padre nel suo lavoro, mi sono reso conto di provare una forte attrazione verso il mondo dell'imprenditoria. Mi sono iscritto alla LUISS perché ero certo che avrebbe rafforzato l'idea di creare qualcosa di mio partendo da zero. E così è stato".

Bohemiens Abbigliamento

Il luxury brand di Francesco e Pasquale conta anche sul sostegno di tanti talenti diversi, la maggior parte dei quali sono colleghi della LUISS. Come Bruno Manfuso, il direttore creativo che assieme a Sergio Chiodin disegna le collezioni, o come tanti altri laureati e laureandi LUISS, "un gruppo di talentuosi amici-colleghi che fin dall'inizio con grande entusiasmo hanno creduto nel progetto". Attraverso l'Università, i due ragazzi hanno costruito una rete di contatti e trovato gli strumenti giusti per realizzare e promuovere le loro idee: "Il corso LUISS di soft skills Geek Cafè ci ha fornito le metodologie professionali per la pianificazione strutturata e la promozione di startup innovative. Poi, grazie al supporto di iLab e di alcuni amici dei dipartimenti di Economia e Impresa siamo riusciti ad acquisire una buona competenza nello sviluppo di un business plan".

Oltre a operazioni di comunicazione tradizionali e innovative ("abbiamo persino in cantiere un fashion film"), il futuro dei due ragazzi è tutto rivolto allo studio e all'imprenditoria. Se Francesco dopo la laurea ha in progetto di "sostenere un master in diritto commerciale della moda o in Fashion and Luxury Goods Management", Pasquale coltiva il sogno di "diventare un'eccellenza made in Italy del fashion system e dell'imprenditoria senza fuggire all'estero, coinvolgendo il maggior numero di giovani talenti italiani decisamente meritevoli che non hanno l'occasione di mostrare le loro capacità".