Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Il primo raccolto dell'orto LUISS

Il progetto LUISS Community Gardening, inaugurato lo scorso novembre, ha iniziato a dare i primi frutti

Raccolto

Lunedì 2 febbraio 2015 i ragazzi che collaborano alla cura dell'orto condiviso nella sede LUISS di Viale Romania hanno partecipato al loro primo raccolto.

"Siamo elettrizzati", racconta Benedetta Borghini, al terzo anno di Scienze Politiche: "Abbiamo raccolto spinaci, limoni e funghi e siamo molto soddisfatti dei risultati, abbiamo ricavato molti più prodotti di quelli che ci aspettavamo".

L'orto LUISS è stato inaugurato il 26 novembre 2014 e viene curato quotidianamente da un gruppo di circa venti persone, soprattutto studenti di LabGov, il Laboratorio per la Governance dei beni comuni che ha promosso e organizzato i lavori del Community Gardening. "C'è sempre qualcosa da fare, e si impara ogni volta qualcosa di nuovo, dalla rincalzatura delle piante al dare la cenere come fertilizzante e insetticida", racconta ancora Benedetta: "È un'esperienza del tutto nuova per me. Ogni giorno, dalla prima volta che ho messo piede nell'orto a oggi, è memorabile: questo progetto è unico sia a livello personale che didattico perché ci insegna la condivisione, a lavorare insieme e a coordinarci giorno per giorno".

Raccolto studenti"Una delle cose più importanti di questi mesi di lavoro nell'orto è che mi sono divertita", aggiunge Martina Rotolo, al secondo anno di Scienze Politiche: "trovarsi qui di prima mattina e fare qualcosa di così diverso dalla solita routine, è rigenerante."

"Mangiamo insieme, risparmiamo, ci scambiamo consigli su esami e altri problemi, teniamo uno stile di vita più salutare e green, progettiamo il futuro per convincere tanti altri a sporcarsi le mani e a divertirsi insieme a noi, costruiamo relazioni off line più solide e durature" spiega il Professor Christian Iaione, coordinatore di LabGov: "Vogliamo essere forza motrice di cambiamento, innovazione e collaborazione."

Con i prodotti del primo raccolto i ragazzi organizzeranno una piccola cena, "un momento di social eating per stare insieme, ma anche simbolico e di riconoscenza per chi ha lavorato all'orto", spiega Erika Munno di LabGov. Un primo test in attesa della prossima raccolta dell’anno, più completa, che avverrà a marzo, in occasione della quale verrà organizzato un evento per coinvolgere tutta l’università.

"L'idea che noi di LabGov cerchiamo di trasmettere è che chiunque può partecipare al lavoro nell'orto, è uno spazio aperto. Per questo uno degli obbiettivi dei prossimi mesi sarà aprire ad altri studenti, ma anche ai docenti e allo staff LUISS, come ha sottolineato anche il Direttore Generale Giovanni Lo Storto, che è passato a salutarci questa mattina in occasione del primo raccolto".

Tutti gli studenti LUISS, le associazioni, lo staff e i residenti della zona possono collaborare e contribuire a costruire una rete che si prenda cura dell’orto come bene comune, contattando direttamente il coordinamento di LabGov.