Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Volontari con Save the Children per fare la differenza

Claudia Carnevale è una studentessa LUISS che lo scorso settembre ha lavorato per Save The Children con il programma VolontariaMENTE

37am

"Fare volontariato fa capire che ciascuno di noi può fare la differenza. E una volta iniziato è difficile smettere!" Claudia Carnevale è una studentessa LUISS al secondo anno di Scienze Politiche che lo scorso settembre ha iniziato a lavorare per Save The Children grazie al programma VolontariaMENTE.

"Ho scelto questa associazione perchè proponeva un impegno intenso per un lavoro sia pratico che organizzativo. Come capogruppo dei volontari LUISS mi sono occupata anche delle attività di sensibilizzazione, promozione e divisione dei compiti a partire da settembre 2014, e poi a fine ottobre ho passato dieci giorni presso il Villaggio EveryOne allestito in Piazza del Popolo a Roma".

L'iniziativa aveva l'obiettivo di raccontare il lavoro degli operatori sanitari di Save The Children nel mondo tramite installazioni interattive e esperienze sensoriali coinvolgenti per adulti e bambini. I ragazzi hanno affiancato gli educatori nella gestione dell'evento e si sono occupati di organizzare e condurre le visite guidate, attrezzare il villaggio e accogliere i visitatori.

37am

"Ogni giorno passato nel villaggio è stato speciale a modo suo - racconta Claudia - ma uno dei momenti più entusiasmanti è stata la Race for Survival, una staffetta simbolica contro la mortalità infantile che si svolge in tantissimi Paesi del mondo: mi sono sentita orgogliosa di essere parte di un progetto così importante".

Appassionata di relazioni internazionali, Claudia si è confrontata con tematiche di grande importanza: "Ho imparato la necessità di collaborare per realizzare un progetto che funzioni nel migliore dei modi: è un bagaglio che porterò con me in futuro e che mi ha aiutata a capire meglio quali sono le mie inclinazioni e le mie aspirazioni". Intanto Claudia ha deciso di continuare a lavorare per Save the Children: "Quando si inizia un'attività di volontariato si pensa soprattutto a voler donare qualcosa agli altri, ma si capisce presto che il dono più grande è ogni grazie, ogni apprezzamento o sorriso che ricevi".

Un'esperienza che Claudia consiglia di fare almeno una volta nella vita: "Dare parte del proprio tempo per una causa in cui si crede è importante, gratificante ed estremamente formativo. E a rendere ancora più speciale questa esperienza sono stati i membri del mio gruppo, con cui ho avuto la fortuna di condividere tanti momenti bellissimi".