Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

I vantaggi di un'unione fiscale in Europa

Alexandre Lucas Cole è coordinatore per la LUISS del progetto FIRSTRUN finanziato dalla Commissione Europea

Progetto Firstrun LUISS

L'1 e 2 marzo ha preso il via in veste ufficiale FIRSTRUN, un nuovo progetto di ricerca sulle politiche fiscali europee in cui la LUISS figura fra i partner principali. Presentato durante un kick-off meeting all'ETLA, l'istituto di ricerca economica finlandese di Helsinki, FIRSTRUN è un progetto finanziato dal programma Horizon 2020 della Commissione Europea e vede fra i suoi coordinatori Alexandre Lucas Cole, laureato LUISS e tutor del dottorato in Economics coordinato dal Professor Pierpaolo Benigno.

Acronimo di Fiscal Rules and Strategies under Externalities and Uncertainties (Regole e Strategie Fiscali sotto Esternalità e Incertezze), FIRSTRUN studia le ragioni e gli scenari possibili di un coordinamento delle politiche fiscali a livello europeo. "La proposta di ricerca FIRSTRUN inizia nei primi mesi del 2014 con una riunione dell'ENEPRI – racconta Alexandre Lucas Cole - una rete di istituti di ricerca europei dove viene sondato il terreno per possibili ricerche da inserire all'interno del programma di finanziamento Horizon 2020. Il progetto si propone di identificare i differenti tipi di spillover con i loro effetti e le varie forme di coordinamento delle politiche fiscali che possono essere messe in pratica".

Il momento cruciale arriva quando decidono di partecipare al progetto il CEPS, "un istituto fondamentale a Bruxelles che segue da vicino tutti gli sviluppi politico-economici dell'Europa" e l'ETLA, "centro di ricerca macroeconomica finlandese che coordina il progetto raccogliendo le proposte di altri sette istituti, per un totale di otto istituti di ricerca da sette paesi diversi: Finlandia, Austria, Regno Unito (2 istituti), Italia, Polonia, Slovacchia e Belgio".

Alexandre Lucas Cole CoverA ottobre 2014, FIRSTRUN ottiene una valutazione positiva da parte della Commissione, che accorda di finanziare il progetto per creare uno studio approfondito di tutte la modalità di gestione e di interazione delle politiche economiche dentro e fuori l'unione monetaria. "Credo siano pochi i progetti così incentrati sull'evoluzione dell’integrazione economica europea, che parlano di una possibile unione fiscale dopo l'unione monetaria e che analizzano l'evoluzione di questa integrazione sotto aspetti diversi: dal breve al lungo periodo, dalle politiche su pensioni e lavoro a quelle politiche su tasse e spesa pubblica, dalla gestione del debito pubblico alla politica monetaria, fino a studiare la possibilità, o necessità, di un'unione politica che legittimi l'unione fiscale".

A partire da tutte le procedure in atto, l'obiettivo è trovare vantaggi, svantaggi e margini di miglioramento di una politica fiscale centralizzata, affrontando in modo realistico le politiche e le proposte su sussidi, tassazione e debito pubblico. "Il progetto – conclude Alexandre Lucas Cole - incorpora le nuove regole fiscali dell'Unione Europea che riguardano, ad esempio, il debito pubblico e il deficit. E indaga la difficile interazione fra le pressioni politiche domestiche e le priorità dell'UE, così come i problemi di legittimazione. Spostando l'interesse sul carattere della governance del coordinamento fiscale, FIRSTRUN mette in luce le caratteristiche che funzionano o meno e fornisce delle idee per la funzione di sorveglianza e l'evoluzione normativa ed esecutiva dell'Unione Europea".