Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Giornalisti curiosi e in cerca di meraviglia

La direttrice uscente Luisa Marotta racconta il giornale studentesco LUISS Globe Trotter

Globe Trotter 2

"Curiosi e sempre in cerca di meraviglia" è il motto che ispira gli studenti LUISS del giornale universitario Globe Trotter.

"È un progetto nato dall'impegno di un gruppo di ragazzi appassionati di giornalismo e cultura", spiega Luisa Marotta, laureanda LUISS in Management e direttrice uscente del magazine che è nato nel 2003 come LiberaMente e diventato Libera LUISS nel 2008.

A dicembre 2014 il passaggio definitivo al nuovo nome e a una nuova grafica: "Il rebranding non è stato facile: alla scelta hanno partecipato tutti i membri della redazione con le proprie idee e visioni. Doveva essere comprensibile a tutti e adatto allo spirito internazionale del giornale: ci siamo ispirati ai globetrotters, gli avventurieri che nel XIX secolo partivano per spedizioni e viaggi intorno al mondo con mezzi improvvisati. Noi vogliamo essere dei globetrotters digitali, del nuovo millennio, attenti, recettivi e liberi".

Luisa è stata prima redattrice, poi vicedirettore e, da luglio 2014, direttrice del giornale: "Ho iniziato a collaborare all'ultimo anno della triennale: anche se non ero una matricola mi sono avvicinata allo stand di Libera durante la giornata di Benvenuto e ho conosciuto la ex direttrice Beatrice Settanni. Grazie a lei mi sono unita alla squadra: mi è piaciuto subito l’ambiente, si è instaurato un buon rapporto con tutti e mi sono appassionata al progetto".

Globe Trotter

Globe Trotter esce due volte a semestre in formato cartaceo grazie al lavoro di circa 45 studenti che collaborano anche con la versione online e si trova distribuito nelle sedi LUISS di Viale Romania e di Via Parenzo: "Di solito le riunioni di redazione sono molto informali. Non ci incontriamo quasi mai in un'aula, ma ci vediamo anche fuori dall'università: parliamo delle nostre idee, ognuno fa delle proposte e discutiamo i temi del numero successivo per trovare una linea comune".

Tra gli argomenti trattati ci sono attualità, economia, sport, cultura ma anche eventi e notizie del mondo LUISS: "Per noi è fondamentale quello che riguarda l'Europa, la politica estera e il processo di integrazione. Per questo scriviamo i nostri articoli non solo in italiano, ma anche in inglese, francese e spagnolo". Con lo stesso spirito i ragazzi di Globe Trotter hanno creato l'International Student Post Network, una rete di collaborazione tra i giornali universitari di tutta Europa, oltre a una serie di iniziative e workshop legati al mondo del giornalismo, con ospiti importanti come la vice direttrice del TgLa7 Gaia Tortora. "Nel marzo 2015, per esempio, abbiamo organizzato la conferenza "Una politica senza rughe", con il Direttore de Il Foglio Claudio Cerasa, Annagrazia Calabria e Francesca Bonomo, e moderata dal Professor Matteo De Angelis".

Alla fine di ogni anno accademico la redazione si riunisce per il Globe Trotter Gala e premia i migliori articoli dell'anno: "È un'occasione speciale per festeggiare traguardi e ostacoli superati", racconta Luisa, "ma anche per salutare i redattori laureandi che si accingono a lasciare il giornale, come me". Dall'a.a. 2015-16 i nuovi direttori saranno Francesca Ida BarlettaAnna Pascale, insieme ai vice-direttori Adriano Di Curzio, per il web, e Maria Tomassetti, per il cartaceo.

"Come ha scritto la nuova direttrice Ida in un suo articolo, tutte le attività di quest'anno ci hanno convinto ancora di più che seguire le lezioni sia solo uno degli aspetti di un'esperienza universitaria più ricca, fatta di amicizie, condivisioni e momenti che si faranno ricordare negli anni".

Luisa Marotta