Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Cinque ragazze per il futuro della Superbike

Un gruppo di studentesse LUISS ha vinto il contest del gruppo Dorna Sport

Dorna Sport Contest

La squadra composta dalle studentesse LUISS Valentina Cerroni, Irene Colaboni, Alessia Di Francesco, Mariagiulia Giacobbe e Lavinia Ricciolio ha vinto il Business Case promosso dal corso di Economia e gestione delle imprese della Professoressa Maria Isabella Leone e dal Gruppo Dorna Sports.

Obiettivo del contest era realizzare la migliore analisi SWOT per valutare i punti forza e di debolezza del campionato mondiale Superbike e migliorare la visibilità e incrementare l'attenzione del pubblico. "Dorna detiene i diritti commerciali e televisivi sia di Moto GP che della Superbike" spiegano le vincitrici del team LUISS. "Dalle ricerche effettuate e dalle numerose informazioni raccolte, abbiamo capito che, se da una parte risulta immediato pensare a un rapporto di concorrenza tra le due categorie, dall'altro bisogna considerare l'intento della società spagnola di tenere distinti i due campionati, sfruttando le sinergie".

Grazie agli strumenti e alle tecniche acquisiti durante il corso della Professoressa Leone e al modulo di Public Speaking offerto dall'Ateneo, la squadra ha vinto la sfida lanciata da Stefano Pacchioli, CFO di Dorna: "Gli studenti e le studentesse partecipanti della LUISS hanno svolto un vero e proprio lavoro professionale e di alto valore aggiunto. È stato bellissimo percepire l'entusiasmo che li ha guidati. La vittoria di un team di sole ragazze spero sia di buon auspicio per avvicinare sempre di più il pubblico femminile!"

"Alcune di noi sono appassionate di motori e hanno fornito una buona base per le ricerche" proseguono le cinque studentesse "ma non è mancata la voglia da parte delle altre di mettersi in pista. Lo studio del settore è partito dai materiali forniti da Dorna e da una serie di ricerche su internet, social e sulle riviste specializzate. Abbiamo anche creato un sondaggio e stabilito contatti tra appassionati ed esperti del settore che hanno risposto alle nostre domande attraverso interviste telefoniche e incontri".

Dorna Sport World SuperbikeFra i parametri presi in considerazione, l'innovazione tecnologica e l'impatto mediatico sono stati due dimensioni fondamentali per il progetto, orientato fin dall'inizio verso un approccio al consumatore. "La Superbike, come altri motorsport, richiede un grado di innovazione tecnologica elevato che si riflette, per esempio, sulle moto, le tute e le protezioni e che alza il prezzo dei biglietti per il pubblico. In Italia, la popolarità della Superbike risente di un gap notevole rispetto agli altri due ben più noti campionati motoristici. Se si considera l'intrattenimento sportivo in generale, dominato dal calcio, Formula 1 e Moto GP, l'impatto mediatico è molto esile, ma la SBK riesce a ritagliarsi uno spazio discreto in magazine e riviste settimanali specializzate, ricche di interviste, approfondimenti tecnici e notizie sul Campionato".

Una soluzione vincente è puntare sul valore e sull'epica dello sport: "Quello che fa appassionare un pubblico di tifosi e non sono le imprese sportive: la squadra di calcio che vince lo scudetto, il tennista che lotta per rimanere nel match, l'atleta che sorprende tutti con una vittoria sul finale. Le persone hanno le idee ben chiare e cercano un insieme di informazione e divertimento. In questo i social svolgono un ruolo da protagonisti: è fondamentale stare al passo con i nuovi mezzi di comunicazione per diffondere qualsiasi evento sportivo, eliminando ogni barriera tra lo sport e gli appassionati attraverso la pubblicazione di immagini e brevi video di allenamenti, conferenze stampa e news".

La vittoria ha regalato alle cinque studentesse un ingresso speciale al circuito di Misano per assistere a una gara di Superbike. "Un regalo bello e entusiasmante! Ci ha permesso di entrare nel vivo del mondo che fino ad allora era stato oggetto dei nostri studi e ricerche. La SBK non ha deluso le nostre aspettative: abbiamo vissuto a 360 gradi lo spirito che la caratterizza e che la rende un evento per tutti. Appena abbiamo messo piede nel circuito, è stato un crescendo di emozioni miste a stupore, novità, colori, odori, musica: il tutto accompagnato dal suono delle moto che sfrecciavano in pista. Anche chi era meno appassionata di motori si è ritrovata coinvolta nell'atmosfera adrenalinica del paddock e della gara!"

Superbike Business Contest