Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Gli studenti LUISS finalisti a L'Oréal Brandstorm 2017

Il team formato da Eleonora Acciari, Bruno Cutrì e Giovanni Cavallin Toscani tra i primi 3 sui 117 partecipanti da 12 università italiane

23pm

Mercoledì 26 aprile 2017, il team LUISS è arrivato tra i primi tre alla finale nazionale del business game L'Oréal Brandstorm 2017.

Il team formato dagli studenti di Marketing Eleonora Acciari, Bruno Cutrì e Giovanni Cavallin Toscani è stato selezionato tra 117 progetti realizzati da 723 studenti di 12 università italiane.
L’Oréal Brandstorm è una delle maggiori competizioni per studenti al mondo, con oltre 95.000 partecipanti da più di 61 paesi in 25 anni. Il business case di quest’anno dal titolo "Disruptive innovation in men's grooming" chiedeva ai team di ideare innovazioni in grado di “reinventare la routine di cura personale dell’uomo” per il marchio L'Oréal Paris Men Expert e ha coinvolto il numero maggiore di studenti della storia di Brandstorm in Italia.

"Il Brandstorm ci è stato presentato per la prima volta durante una lezione del corso di Web Analytics e Marketing del Prof. Matteo De Angelis” racconta Giovanni Cavallin Toscani. Dopo aver passato le pre-selezioni nazionali il 29 marzo 2017, i ragazzi sono entrati tra i migliori 18 team, e poi nei top 3, che si sono affrontati durante la finale nazionale a nella sede di L’Oréal a Milano.

"Presentare la propria idea e il proprio progetto in un contesto come quello della finale di Brandstorm non è un’occasione che capita tutti i giorni. Ci era già successo di dover esporre in contesti universitari, ma farlo su un palco, con il microfono e di fronte alla giuria composta dai manager di L’Oréal è molto diverso” racconta Eleonora.

"Paradossalmente il momento più impegnativo non è stato la finale: la fase che ha richiesto più concentrazione è stata quella della mattina, prima delle semifinali, quando con l’aiuto di H-Farm abbiamo finalizzato la presentazione e con i manager abbiamo selezionato i punti chiave per il pitch. Sono state 5 ore di lavoro impegnativo, ma sicuramente ben ripagato.”

Terminata la sezione di Q&A tra i 3 gruppi finalisti e la giuria è stato decretato il vincitore nazionale, il team dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

"Portare la nostra università tra le migliori in Italia è stata una fonte di grande orgoglio", racconta Giovanni Cavallin Toscani: "Abbiamo ricevuto i complimenti di molti manager L'Oréal, e questo riconoscimento è stato la prova che con il grande impegno che il corso di Marketing alla LUISS ci sta richiedendo stiamo costruendo un futuro importante e luminoso.”

"Questa esperienza mi ha aiutato a crescere e a testare le mie capacità", aggiunge Bruno Cutrì, "mi ha costretto ad affrontare la paura di commettere errori e il timore di presentare il mio progetto di fronte a importanti manager di una grande multinazionale: sarà sicuramente importante per la mia carriera lavorativa".

23pm