Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

Indigo Prize: primo premio alla ricerca curata da Cecilia Jona-Lasinio

La docente LUISS è tra gli autori del lavoro vincitore per la proposta di riforma del PIL

Cecilia Jona Indigo Prize

La prima edizione dell'Indigo Prize per la nuove ricerche sulle misurazioni in Economia ha decretato vincitori ex aequo i lavori di ricerca Making the future count e Improving GDP: Demolishing, Repointing or Extending?

Cecilia Jona-Lasinio, Senior Fellow del LUISS LAB of European Economics nel Dipartimento di Economia e Finanza e ricercatrice presso l'ISTAT, è tra gli autori del lavoro vincitore Improving GDP sui nuovi possibili criteri di misurazione del PIL, svolto con Carol Corrado (The Conference Board e Georgetown Center on Business and Public Policy), Kevin Fox (University of New South Wales), Peter Goodridge (Imperial College Business School), Jonathan Haskel (Imperial College Business School, CEPR e IZA), Dan Sichel (Wellesley College) e Stian Westlake (NESTA).

Indigo Prize è un nuovo premio creato dal gruppo di investimento LetterOne per le ricerche più innovative su come misurare l'attività economica nel XXI secolo, capaci di esplorare i nuovi fattori di crescita su scala nazionale e globale. Obiettivo del premio è stimolare il dibattito sugli attuali sistemi di misurazione adottati dagli economisti per valutare lo stato di salute dell'economia globale ed esplorare nuovi indicatori in grado di cogliere i mutamenti dell'economia moderna.

Vincitrice del primo premio ex aequo con il lavoro di Diane Coyle e Benjamin Mitra-Kahn, la ricerca Improving GDP propone un'estensione della definizione di PIL in linea con le trasformazioni della struttura economica odierna, in cui il benessere economico, il capitale intangibile, digitale e ambientale vengono posti in primo piano.