Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

LUISS Open: l’Italia unica tra le democrazie europee

Disoccupazione, immigrazione, antieuropeismo: i risultati delle elezioni politiche nell'analisi del CISE 

La lunga notte elettorale è finita, e un risultato in parte atteso prende forma in numeri che però nessuno – neanche i più ottimisti o pessimisti, a seconda degli schieramenti – avrebbe potuto immaginare.

Nella diretta della notte elettorale di Sky TG24, trasmessa dal LUISS LOFT, il Centro Italiano Studi Elettorali (CISE) ha analizzato i dati sul voto, osservandone i flussi e la geografia, e tirando le somme del nuovo scenario emerso dall’urna.

Disoccupazione e immigrazione dietro i vincitori del 4 marzo

Un paese pervaso da due inquietudini: quella economica che spinge a dismisura il M5S; quella culturale che moltiplica i voti della Lega. Non si tratta solo di una interpretazione suggestiva, ma di un dato che emerge in modo statisticamente significativo da un’analisi basata su molte variabili. Questa l’impressione che scaturisce dalle prime analisi della geografia elettorale effettuate per mezzo di indicatori socio-economici a livello provinciale.

Il risultato in sintesi è questo: la crescita del M5S appare nettamente associata alle province italiane che presentano un più alto tasso di disoccupazione. Si tratta di un effetto che regge anche tenendo conto di vari indicatori socio-economici (variabili legate alla prosperità economica e all’immigrazione) nonché della zona geografica.

Leggi il resto dell'articolo su LUISS Open