Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

LUISS presenta la nuova edizione del Progetto Autistici e Giardinieri

Risultati e obiettivi del progetto di inclusione sociale presentati al Festival dello Sviluppo Sostenibile

Autistici Giardinieri 2018

Mercoledì 6 giugno, all'interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile, LUISS presenta i risultati dei primi due anni del progetto Autistici e Giardinieri: l'iniziativa organizzata da Insettopia Onlus per favorire l'inclusione sociale di ragazzi autistici attraverso un corso di orticultura realizzato nell'orto dell'Università in collaborazione con il Progetto Aita Onlus e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Il Direttore Generale LUISS Giovanni Lo Storto, l'ideatore del Progetto Gianluca Nicoletti, e il Dottor Luigi Mazzone, coordinatore scientifico, inaugurano la nuova edizione di Autistici e Giardinieri e il sito dedicato Cervelli Ribelli per offrire a famiglie, associazioni e istituzioni interessate, informazioni sul modello di formazione e inserimento lavorativo di persone autistiche, affinché diventi replicabile e strutturato.

Guidato da un team di operatori specializzati, l'iniziativa ha coinvolto 18 ragazzi con disturbi dello spettro autistico, con l'intento di rendere il corso di orticoltura un modello e verificarne l'indicazione per questo disturbo.

Il progetto si svolge sulla base di obiettivi individuali, costruiti ad hoc sui singoli ragazzi, e generali validi per tutti i gruppi, come, ad esempio, raggiungere la consapevolezza della delimitazione dello spazio di azione. È stato fatto inoltre un lavoro incentrato sulle autonomie integranti, come quello di effettuare piccoli acquisti al bar.

Sul piano della botanica, le attività mirano al raggiungimento dell'esercizio autonomo delle procedure di trapianto, semina e annaffiatura, ad acquisire dimestichezza con gli attrezzi semplici e alla progressiva implementazione delle competenze, con una conoscenza più radicata del processo semina-crescita-alimentazione.

Una fase del progetto prevede anche la partecipazione di un gruppo di studenti dell'Università con l'obiettivo di utilizzare la loro expertise nel campo della progettazione web e del diversity management per sviluppare best practices di corretta interpretazione e gestione del lavoro con persone disabili.

Durante l'incontro le testimonianze dei genitori dei ragazzi autistici e degli studenti LUISS che hanno partecipato all'edizione 2016 del percorso d'inclusione.