Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

LUISS Guido Carli

Logo LUISS

LUISS e l'Unità di Crisi della Farnesina insieme per la sicurezza degli studenti all'estero

Firmato un accordo a favore della mobilità dei giovani 

40pm

Oggi, lunedì 19 novembre, il Direttore Generale della LUISS Giovanni Lo Storto e il Capo dell'Unità di Crisi della Farnesina, Stefano Verrecchia, hanno firmato una convenzione per la sicurezza e la formazione degli studenti.

L'accordo ha una prospettiva a lungo termine e prevede un ampio ventaglio di attività. Laboratori sperimentali pratici nell'ambito del LUISS Academic Gym, moduli di formazione sulla gestione dei rischi e un'integrazione tra la Super App LUISS e i portali di viaggio curati dall'Unità di Crisi: Viaggiaresicuri.it, autorevole patrimonio informativo pubblico sulle condizioni di sicurezza in tutti i Paesi del mondo, e Dovesiamonelmondo.it, il database al quale tutti gli italiani sono invitati iscriversi prima di intraprendere un viaggio all'estero, per restare in contatto con l'Unità di Crisi in situazioni di emergenza.

"L'intesa di oggi costituisce una tappa fondamentale nel percorso che abbiamo intrapreso di forte apertura al mondo delle Università. I giovani che oggi si muovono nel mondo sono oggettivamente esposti a quel sensibile mutamento delle condizioni di sicurezza di cui tutti siamo consapevoli, e che ha investito ormai la generalità dei Paesi, incluse le grandi metropoli sedi di istituzioni universitarie, da Parigi a Berlino, da Londra a Barcellona, a New York", ha detto Stefano Verrecchia, Capo dell'Unità di Crisi della Farnesina.

"Continuare a viaggiare - ha aggiunto - a scoprire il mondo, è oggi più che mai essenziale, sia per lo sviluppo delle capacità individuali dei nostri figli che per la difesa del nostro modello di società aperta. Davanti all'emergere di nuove conflittualità, del terrorismo, di imprevedibili e sempre più diffuse calamità naturali, tutte le Istituzioni, sia pubbliche che private, sono chiamate a dare una risposta ad un più acuto bisogno di sicurezza e protezione. Occorre al contempo nei singoli un radicamento di quella 'cultura del viaggiare responsabile', della quale da sempre l'Unità di Crisi della Farnesina è alfiere. Una sfida grande e positiva che, insieme con la LUISS e con i suoi studenti, vogliamo raccogliere".

Con all'attivo oltre 200 accordi di scambio e più di 35 accordi di doppia laurea e percorsi di mobilità strutturata con 270 università in 53 paesi, ad oggi sono circa 1000 gli studenti LUISS che ogni anno sono impegnati in percorsi di studio in tutto il mondo.

"Siamo molto orgogliosi come Università di aver adottato il sistema di sicurezza sulla mobilità internazionale fruibile da tutti gli studenti LUISS, che potranno anche sincronizzare i loro viaggi direttamente dall'App dell'Ateneo. Un'utilissima opportunità per valorizzare ciascuna esperienza di studio all'estero sotto un profilo di maggiore consapevolezza verso il ruolo di guida che le istituzioni italiane svolgono anche nella formazione dei nostri ragazzi", ha dichiarato il Direttore Generale della LUISS Giovanni Lo Storto